Eccezionale eclissi della “luna di sangue” il 27 luglio: sarà la più lunga del secolo!

0

Eccezionale eclissi della “luna di sangue” il 27 luglio: sarà la più lunga del secolo!

Sarà completamente visibile a occhio nudo, anche dall’Italia e raggiungerà la fase massima alle 22.23. Si troverà nella parte bassa dell’orizzonte, assumendo quelle tonalità bronzee che le danno il nome popolare di Luna rossa
tratto da www.diregiovani.it

Occhi puntati al cielo il prossimo 27 luglio. A dare spettacolo sarà la Luna con la più lunga eclissi totale del secolo. Complice della performance sarà Marte; il pianeta, grazie ad una grande opposizione, sarà visibile in modo straordinario, come non succedeva dal 2003. A segnalarlo sono la Nasa e l’astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope Project.

Era dal 2015 che non c’era un’eclissi importante. Il 27 luglio, quando la Luna si nasconderà dalla luce del Sole dentro l’ombra della Terra, “si troverà alla massima distanza dalla Terra. Sarà quindi la cosiddetta ‘miniluna’, cioè la più piccola Luna piena dell’anno”, precisa Masi. La fase totale dell’eclissi durerà circa 103 minuti, la più lunga del secolo.

“Sarà completamente visibile a occhio nudo, anche dall’Italia e raggiungerà la fase massima alle 22.23. Si troverà nella parte bassa dell’orizzonte, assumendo quelle tonalità bronzee che le danno il nome popolare di Luna rossa”, continua. A poca distanza dalla Luna, farà la sua figura pure Marte, generalmente difficile da osservare con i telescopi. In quella stessa notte raggiungerà infatti l’opposizione, mentre sarà prossimo alla sua minima distanza dal Sole.

“E’ la condizione ideale di visibilità del Pianeta Rosso, la migliore da quella storica dell’agosto 2003 – conclude Masi – Quella del 2018 sarà una cosiddetta ‘grande opposizione’. Marte sfoggerà il suo intenso color rubino, facendo coppia con quello del nostro satellite. Sarà più luminoso di Giove, e superato in brillantezza solo da Venere”.

L’eclissi lunare del 27 luglio inizierà alle 19:13 e si concluderà alle 02:31, culminando alle 22:23.


La Luna di Sangue

Il nostro satellite viene definito poeticamente “Luna di Sangue” o Blood Moon durante un’eclissi lunare. Questo perché la rifrazione della luce solare durante il fenomeno le dona un colore rossastro.
Quando il nostro satellite entra nel cono d’ombra della Terra, la luce del Sole non arriva diretta alla Luna, che riflette, invece, quella filtrata dal nostro pianeta.

L’atmosfera terrestre diventa un prisma e la luce del Sole viene scomposta.
Mentre la luce verde e la luce blu vengono sparpagliate nell’aria, quella rossa riesce a raggiungere la Luna.
Il nostro satellite la riflette e sulla Terra viene quindi percepita una colorazione rossastra.

Share.

Leave A Reply