Le Gelate tardive, sono una normalità o sempre di più un’anomalia?

0

Le Gelate tardive, sono una normalità o sempre di più un’anomalia?

di Davide Santini
www.meteogiuliacci.it

In diversi nostri articoli abbiamo trattato delle gelate tardive, un problema che riguarda spesso il periodo primaverile. Da sempre sono state temute dagli agricoltori e contadini, poiché erano assolutamente dannose per i raccolti.

Praticamente ogni anno non si scampa a questo problema: puntualmente, tra marzo e maggio, rigurgiti invernali o ingressi freddi tardivi provocano un forte abbassamento della temperatura e dei problemi allo stadio vegetativo fogliare.

La domanda è: le gelate tardive stanno diventando più dannose?

La risposta è sì, ma il motivo non sono loro, quanto piuttosto i forti tepori anticipati: se un tempo era difficile avere ondate di mitezza fuori stagione, già in febbraio e marzo, adesso è diventata la norma, pertanto risulta maggiormente problematico fare i conti con le brinate fuori stagione.

Queste ultime sono sempre accadute e accadranno in futuro, soltanto che adesso, con uno stadio vegetativo più avanzato, è più facile che si incappi in perdita di raccolti e ortaggi.

Insomma, il problema non è tanto trovare occasionalmente i prati bianchi a fine aprile, quanto avere 20 gradi alla fine di febbraio, che fa letteralmente esplodere i germogli con tutto quello che ne consegue.

Share.

Leave A Reply